Conclusioni

L’essere umano è un’entità meravigliosa di cui ancora oggi sappiamo pochissimo. Con i nostri sensi materiali riusciamo a percepirne soltanto il lato materiale, sappiamo che è stato creato per essere la più perfetta struttura dell’universo conosciuto e che se vive in armonia con esso è praticamente immortale. Purtroppo nel mondo attuale siamo ben lontani dallo stato di perfezione originale ed ogni nostro sforzo deve tendere a riconquistare quello stato.

Le due cose fondamentali a cui si deve prestare particolare attenzione, se si vuole stare bene, sono la respirazione e l’alimentazione.

La respirazione

Tra tutte la attività degli esseri viventi, siano essi animali o vegetali, la respirazione è la più importante, infatti,  non possiamo vivere più di qualche minuto senza respirare, la vita dipende dalla respirazione, nasciamo con una inspirazione e moriamo con una espirazione.

Si è visto che non tutti gli esseri umani respirano allo stesso modo. Le popolazioni ancora non civilizzate ed i neonati hanno un modo di respirare “completo” che coinvolge l’intero sistema respiratorio mentre le popolazioni civilizzate, per via delle abitudini o delle restrizioni imposte dal vestiario, respirano in modo parziale, che può essere prevalentemente addominale o pettorale. Tali modalità respiratorie oltre a non fare lavorare appieno i nostri polmoni determinano nel tempo una parziale atrofia delle parti inattive con conseguenti carenze respiratorie. La parziale attività dei muscoli che sottendono alla funzione respiratoria effettua una insufficiente azione di stimolo sugli organi interni quali, il fegato, lo stomaco e tutti gli organi addominali.

Poiché la funzione biologica della respirazione è quella di ossigenare il sangue e fornire nutrimento a tutte le cellule del corpo, appare evidente come tale ossigenazione dipenda dalle dimensioni della cassa toracica, dalle modalità dell’atto respiratorio e dalla purezza dell’aria che inaliamo.

Essendo l’aria un assorbitore di energia vitale, quando la inaliamo introduciamo tale energia nel nostro corpo vitalizzandolo.

Chiaramente più aria inspiriamo più ossigeno e prana forniamo al corpo, da qui l’importanza di una respirazione che permetta di inalare una grande quantità di aria.

La corretta inspirazione è quella nasale in quanto le narici costituiscono un importante filtro per gli agenti patogeni esterni.

Le seguenti fasi determinano una respirazione completa :

  • inspirare riempiendo prima l’addome e poi pian piano i polmoni dal basso verso l’alto sollevando con continuità il torace.
  • trattenere il respiro per un tempo pari alla metà di quello impiegato per l’inspirazione
  • Espirare svuotando prima l’addome e successivamente il torace abbassandolo gradualmente.
  • trattenere il respiro per un tempo pari alla metà di quello impiegato per l’espirazione

Le prime volte per rispettare la durata delle varie fasi possiamo contare i battiti cardiaci poi con l’esercizio il tutto diventerà automatico.

L’alimentazione

 

L’acqua

Il corpo umano ha bisogno di acqua per vivere. La percentuale di acqua che costituisce il corpo di un neonato è del 90% e scende al 70% nella vecchiaia. Come l’aria anche l’acqua è un assorbitore di energia vitale e per avere un corpo sano e vitale dobbiamo bere parecchia acqua. Poiché l’acqua non è tutta uguale, se vogliamo caricare di energia vitale il nostro organismo occorre stare attenti a quello che beviamo ed utilizzare solo acqua pura e viva qual è l’acqua delle sorgenti naturali. Bere acqua in bottiglia equivale a bere acqua morta, priva di energia vitale.  L’acqua delle sorgenti invece, per via del moto vorticoso, è carica di energia vitale. Se non abitiamo in montagna possiamo comunque rimediare utilizzando il Devajal, un dispositivo capace di vitalizzare l’acqua contenuta in una bottiglia imprimendogli un moto vorticoso, oppure posando una bottiglia d’acqua sull’orgonite, un dispositivo in grado di attivare l’etere e generare un campo di energia vitale.

I cibi

La luce è il cibo più antico e importante del mondo. Le piante, tramite la clorofilla, riescono a produrre direttamente dalla luce solare quasi tutte le sostanze necessarie per il loro nutrimento.

Gli animali e l’uomo, il cui metabolismo anziché sulla clorofilla è basato sull’emoglobina,  non sono in grado di convertire la luce in cibo  e, per nutrirsi, hanno bisogno di mangiare vegetali o altri animali.

Mentre le piante possono esistere senza gli animali, gli animali e l’uomo sono dei parassiti per il regno vegetale, non possono esistere senza di esse ed è bene che l’uomo se ne ricordi ogni volta che si accinge a radere al suolo una foresta per puro interesse economico.

Abbiamo infine visto come una sana alimentazione vegetariana, basata su frutta e verdura fresca, preferibilmente colorata e cruda, oltre a fornire gli elementi fisici necessari alla crescita e al mantenimento del corpo, lo carichi di energia vitale prevenendo la disintegrazione dei tessuti e la formazione delle malattie.

 

Conosci te stesso

Se gli Iniziati di ogni epoca hanno tanto insistito sul bisogno di conoscere se stessi vuol dire che la conoscenza di sé è la strada maestra per l’evoluzione della consapevolezza dell’anima. Solo conoscendo la propria vera costituzione l’uomo può superare le limitazioni imposte dal corpo fisico, sintonizzarsi con lo Spirito e divenire Uno con esso.

Il futuro dell’uomo

L’uomo sta riscoprendo se stesso. Credo che in futuro, sviluppando le sue infinite potenzialità latenti, sarà sempre più in armonia e in sintonia con l’esistenza e potrà sperimentare e raggiungere la consapevolezza di essere parte integrante di una meravigliosa unità spirituale chiamata umanità.

Quando ogni pensiero sarà condiviso e l’anima diventerà limpida e cristallina, l’individualità si trasformerà in collettività e l’uomo potrà finalmente operare esclusivamente per il bene comune, come già fanno ad un livello più elementare i 50 trilioni di cellule che compongono il suo corpo oppure le comunità assai evolute di delfini negli oceani. Lo Spirito evolvendosi come umanità avrà concluso il suo cammino sulla Terra e potrà proiettarsi verso nuove realtà alla ricerca di una consapevolezza universale che non è altro che la ricerca di Sé, fino a quando, dopo un cammino durato eoni, farà finalmente ritorno a casa.

In materia di alimentazione e salute le metodologie, le tecniche, i rimedi suggeriti e quant’altro proposto nel libro sono una sintesi delle opinioni e delle esperienze di alcuni autori, senza alcun valore di indicazione terapeutica, per la quale deve sempre essere consultato il proprio medico o lo specialista. Pertanto non si assume alcuna responsabilità per eventuali danni o problemi, causati dall’utilizzo delle informazioni proposte, oppure da una formulazione di diagnosi o autodiagnosi i cui risultati sono risultati nocivi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: